♡ Feel like a woman, wear a dress DVF

Il suo segreto è essere fedele a se stessa e indulgente con gli uomini: è così che si conquista il mondo.

 Diane, la cacciatrice, oggi sarà anche domata dalla maturità ma se uno vuole capire che cosa significa avere glamour, la signora ne è l'emblema indiscutibile. Storie e incontri ne fanno la leggenda di un'epoca: a 22 anni è diventata principessa, ha divorziato qualche anno dopo (ma sarà sempre grata a Egon von Fürstenberg per il nome e i due figli adorati) e si è data da fare a costruire un impero, partendo dal mitico wrap dress.  Successo, declino e ritorno nel 1997. Diane von Furstenberg è chic senza sforzo.
Vi riporto una sua recente intervista per capire per bene chi è Diane von Furstenberg
...
 Come si descriverebbe in poche parole?
-Curiosa, amante della vita, un po' maga.

 Perché ha sempre voluto lavorare?
-Non sapevo quello che volevo fare, ma sapevo la donna che volevo essere.
Lo sono diventata: chic e indipendente.

A figli e nipoti racconta fiabe di principesse?
-Preferisco le storie vere, quelle private, di famiglia.
Per cui in qualche modo anche di principesse, sì.

Il wrap dress rende le donne più sexy?
-La storia di questo vestito è misteriosa, è diventato un classico senza che me ne rendessi conto.
 Ogni generazione se ne innamora, è semplice, ma rende belle tutte.

È vero che è senza zip per non svegliare un uomo quando si scivola via al mattino?
-L'avevo detto perché si toglie e si mette senza fare rumore!

 Ha fatto aspettare suo marito per 25 anni?
-26! Lo so perché mi ha dato 26 anelli per tutti gli anni che non siamo stati sposati. È un marito meraviglioso. Ero giovane e avevo bisogno di altro, non mi sono resa conto e lo davo per scontato.

 Icone di stile indiscutibili?
-Marlene Dietrich o Jackie Kennedy, non ci sono dubbi.

 E quelle sottovalutate?
-Tante donne non famose. Quelle celebri a volte non hanno stile.

 Lei è la prima ad avere reso la moda democratica.
La sua visione è cambiata?
-No!

Cosa significa democratico oggi?
-Il mondo è confuso. Abbiamo bisogno di idee nuove.

 Si sente più americana o europea?
-Ho un'educazione europea, sono arrivata a New York a 22 anni,
 ma nel business sono pragmatica come gli americani.

 Fa parte dell'élite, ma pensa sempre alle donne normali.
Come si sente?
-Adoro perdermi tra la folla. Non amo i club, mi piace mescolarmi.

 Cosa pensa dell'Italia?
-Il più bel paese del mondo, la culla della civiltà.
Con un popolo meraviglioso e un governo di merda (ride).

Che cosa le fa dire: che bella questa donna?
-La sua allure, il modo di essere.
 Ha vissuto amori perfetti?
-Lo sono tutti, per alcuni momenti.

 L'espressione che ama di più?
-I love you.

 Dove si va quando si muore?
Non so dove si vada però penso sia importante lasciare qualcosa:
 figli, nipoti, cose fatte, idee.
 Essere belle è un dono o una condanna?
-Un dono, ma non bisogna crederci troppo, non rimane. È un pericolo per chi è molto bello da piccolo, non è il mio caso, non mi vedevo così.

 Cosa significa fare parte del jetset?
-Una che prende tanti jet? Allora lo sono di sicuro! (ride)
 Sono entrata in un mondo in cui all'inizio mi domandavo:
 come fa la gente a conoscersi? Ma io, più che altro, ho fatto parte della mia epoca.

 A chi racconta i suoi segreti?
-Non ne ho. Sono aperta, mi puoi chiedere di tutto e rispondo.
 Eppure mia madre diceva: parli, racconti, ma in fondo sei privata.
La grandissima complicità ce l'ho con me stessa.

Le ragazze stanno progredendo o si torna indietro?
-Il femminismo va e viene. Certi reality televisivi puntano sul corpo e rendono la donna un oggetto. Le giovani non hanno capito quello che abbiamo fatto per emanciparci. In certi paesi la situazione è drammatica, ma è proprio dove le donne sono sottomesse che sono più forti.
 Un libro che consiglierebbe a tutti?
-Il Piccolo Principe.

 Un mito tra i creatori di moda?
-Coco Chanel.

Il segreto della donna elegante?

La sicurezza di sé. L'eleganza è un atteggiamento: bisogna amare la vita, partecipare alla società, essere contenti di ciò che si fa. E non bisogna mai lasciarsi andare.

Per cosa benedice l'età e rimpiange la giovinezza?
L'età è vita. E visto che non vuoi negare la vita, non puoi negare l'età.
La giovinezza è tutta un'altra cosa, è freschezza.
A me però non piaceva essere fresca.
 Non lo prendevo per complimento, volevo essere donna.

 Per cosa vale la pena vivere?
-Per la vita, la natura. Dura poco ma è straordinaria.

 Sempre in viaggio, verso dove?
-Mi piace l'idea di partire, da sola con la mia piccola valigia. Mi fa sentire libera.
Il viaggio è metafora della vita.
 Si è mai innamorata di un uomo povero?
-Tantissime volte! Quasi sempre, veramente.
 Anche mio marito, quando l'ho conosciuto non era ricco.

 Istinto o ragione?
-Prima l'istinto, poi la ragione.

Nel business si è comportata come un uomo?
-Ho sempre detto che volevo avere una vita da uomo in un corpo di donna.
 E ci sono riuscita completamente.

 Cosa pensa del matrimonio?
Pensavo non fosse importante, eppure mi sono sposata due volte.
Adesso sono contenta, ma per anni non ho mai detto "mio marito".
 Il matrimonio è una conseguenza, non un obiettivo.

 A chi o cosa è fedele?
-A me stessa. È fondamentale esserlo.

 Qual è la bellezza dell'imperfezione?
-La bellezza. Che è bella nelle sue imperfezioni.

 Differenza tra moda italiana e americana?
-Sono simili, perché sono industriali. La moda è la moda!

 Voleva diventare come Elizabeth Arden, Estée Lauder e Helena Rubinstein. C'è riuscita?
-In un certo senso sì.

 Cosa si dice allo specchio la sera?
-Mi faccio l'occhiolino.

«Sentiti donna, indossa un vestito»
La dissi senza pensarci.
All'epoca avevo pochi soldi e un mio amico scattò una foto:
io ero sopra un cubo bianco che era troppo bianco.
 Così scrissi con un pennarello: «Feel like a woman, wear a dress».
Non mi sarei mai immaginata che questa frase sarebbe diventata un simbolo, un autografo.

The more independent you want to be, the more generous you must be with yourself as a woman
Diane Von Furstenberg

14 commenti:

Elena ha detto...

Belle domande, molto intrigante come personaggio!!

Milla ha detto...

Deve Ringraziare solo l'ex marito per tutto quello che ha!

jhopes70 ha detto...

I am inspired by your work


toronto limo services

Simple Flair ha detto...

Splendido post! Ho letto con tanta curiosità questa intervista!
E davvero complimenti per il blog, per stile e contenuti!


www.simpleflair.it

Francesca R ha detto...

A me lei è sempre piaciuta molto, la trovo una donna davvero intelligente! Bel post!

Giulia Coricciati ha detto...

Troppo gentili!!
Grazie mille Ragazze ♥

Daniela ha detto...

DVF è un mito

- ME - Fashion Blog ha detto...

Lovely Blog dear, thanks for your nice comment! Following you! Follow back?

Jersey Blogess ha detto...

love this pic - so calming

Inna ha detto...

Beautiful blog, i follow you

dreaming en francais ha detto...

I absolutely love DVF! Lovely blog dear xo

http://dreamingenfrancais.blogspot.com/

Alexa ha detto...

I just got one Diane Von Furstenberg dress today :)

www.hi-fistories.blogspot.com

kisses from Belgrade

Kelly ha detto...

Love Her

Sara ha detto...

amo questa donna!! l'ultima collezione è fantastica